mercoledì 30 giugno 2010

Teoria dell' armonia

“Noi navighiamo in un infinito mare, sempre incerti e instabili, sballottati da un capo all’altro. Qualunque scoglio a cui pensiamo di attaccarci e restar saldi vien meno e ci abbandona e, se l’inseguiamo, sguscia alla nostra presa, ci scivola di mano e fugge in una fuga eterna. Per noi nulla si ferma. Questa è la nostra naturale condizione che tuttavia è la più contraria alla nostra inclinazione: desideriamo ardentemente trovare un assetto stabile e una base ultima per edificarvi una torre che si elevi all’infinito, ma ogni nostro fondamento si squarcia e la terra si apre in abissi.” (Pascal)

"Venire al mondo è come essere gettati, è una caduta dell’essere che si tuffa nel tempo. E mentre cadiamo dovremmo ricordarci che gli appigli cui ci aggrappiamo stanno cadendo anch'essi con noi" (Heidegger)

Nel momento in cui abbiamo rinunciato all'Unità e ci siamo voluti soggetti, abbiamo distrutto la nostra armonia con l'Universo, e qualsiasi idea di stabilità nel Tempo
.

4 commenti:

  1. ecco perché Tiziano Scarpa parlava di quel mitico gatto heideggeriano... ora mi son spiegata tutto
    Scherzi a parte, molto bello il pensiero citato, molto poetico, mi sono ricordata che mi aveva fatto impressione la prima volta che l'avevo letto
    parlando di filosofi, lo sai che sono corsa dietro Gianni Vattimo? (per chiedergli un autografo per mio marito)

    RispondiElimina
  2. ... e l'autografo te l'ha fatto?

    RispondiElimina
  3. sì, sì, è stato gentilissimo, in ogni caso mio marito si era comprato il libro di Vattimo proprio il giorno precendente senza sapere che Gianni Vattimo era in Bulgaria (per quella conferenza o convegno insieme a Umberto Eco, tutti i media parlavano di Umberto Eco...) e quando gli detto che l'autografo non era per me, ma per mio marito che si aveva comprato libro proprio ieri, Gianni Vattimo ha scritto qualcosa di bello tipo "A Ivo con cordiali saluti" e poi tutti gli amici che avevano letto e citato Vattimo erano ividiosi per quell'autografo personalizzato. Quindi l'unico uomo dietro cui sono corsa è stato un filosofo :)

    RispondiElimina